Protesto intempestivo di assegni privi di fondi – condotta omissiva notaio – perdita azione regresso – responsabilità

La condotta omissiva del notaio per il protesto intempestivo di assegni privi di fondi lo espone alla responsabilità nei confronti dell’istituto bancario per cui svolge il servizio, per la perdita dell’azione di regresso ( Cassazione civile, sentenza n. 15861 del 28 Luglio 2015)

LinkedIn
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
INSTAGRAM
Wordpress blog